Aspettando il compleanno - Wishlist

Salve a tutti :D

Il 25 giugno sarà il mio compleanno, perciò oggi vi parlerò di alcuni titoli che vorrei regalarmi :) siccome ne comprerò solo uno ho bisogno dei vostri consigli!


380 pagine
19,50€
Zia Mame - Patrick Dennis. Immaginate di essere un ragazzino di undici anni nell'America degli anni Venti. Immaginate che vostro padre vi dica che, in caso di sua morte, vi capiterà la peggiore delle disgrazie possibili, essere affidati a una zia che non conoscete. Immaginate che vostro padre – quel ricco, freddo bacchettone – poco dopo effettivamente muoia, nella sauna del suo club. Immaginate di venire spediti a New York, di suonare all'indirizzo che la vostra balia ha con sé, e di trovarvi di fronte una gran dama leggermente equivoca, e soprattutto giapponese. Ancora, immaginate che la gran dama vi dica «Ma Patrick, caro, sono tua zia Mame!», e di scoprire così che il vostro tutore è una donna che cambia scene e costumi della sua vita a seconda delle mode, che regolarmente anticipa. A quel punto avete solo due scelte, o fuggire in cerca di tutori più accettabili, o affidarvi al personaggio più eccentrico, vitale e indimenticabile che uno scrittore moderno abbia concepito, e attraversare insieme a lei l'America dei tre decenni successivi in un foxtrot ilare e turbinoso di feste, amori, avventure, colpi di fortuna, cadute in disgrazia che non dà respiro – o dà solo il tempo, alla fine di ogni capitolo, di saltare virtualmente al collo di zia Mame e ringraziarla per il divertimento. Per fortuna sua, e dei lettori, Patrick ha scelto la seconda opzione, e scritto questo libro tuttora leggendario. Non è certo che Dennis volesse inventarsi, come è stato detto, un’alternativa americana a Mary Poppins: ma lo è che chi arriva all’ultima pagina, e vede zia Mame partire per un nuovo viaggio, ha la sensazione di separarsi dalla parte più lieve, libera e felice di sé.

Questo romanzo mi stuzzica parecchio e ne ho sempre sentito parlare bene! E' nella mia WL da tanto, troppo tempo!


273 pagine
18€
 Nel bosco - Thomas Hardy. Nel bosco (The Woodlanders, 1887) è forse il più struggente tra i romanzi di Hardy per intensità espressiva e sentimentale. Racconta della storia d’amore fra un ragazzo di paese, Giles Winterborne, e la giovane Grace Melbury, figlia di un commerciante di legname, la quale però, tornata al villaggio provvista di un’istruzione, preferisce sposare un medico. Hardy contrappone con maestria due modelli di vita: l’esistenza semplice e dignitosa dei boscaioli e dei contadini e quella raffinata e artificiosa dei personaggi di alto lignaggio. Il contrasto è inevitabile e profondo, e la giovane Grace, la protagonista, è il punto di luce e di improvviso ardore tra gli uni e gli altri, tra la felicità e la disperazione. L’opera non si risolve comunque in una parabola morale intorno ai limiti delle nostre scelte. Possiede il fascino della maggiore letteratura dell’Ottocento: la grazia di uno stile acuto e piacevole, la forza di un’eccezionale tensione narrativa. Le passioni, gli amori dei protagonisti avvengono nel respiro segreto degli alberi e degli animali del bosco, osservatori muti di una felicità che sfugge agli uomini e alle donne del romanzo. La natura in Hardy, più che essere protagonista, appare legata alla vita dell’uomo, una sola cosa con lui, non in senso estetico ma vitale, e con essa la vita riacquista la propria autenticità.

Quasi un anno fa ho letto Via dalla Pazza Folla dello stesso autore e l'ho trovato a dir poco meraviglioso. Nessuno sa descrivere i paesaggi come Hardy. In più, trovo le tematiche da lui affrontate, davvero essenziali per comprendere nel dettaglio il periodo storico in cui visse e che racconta.

272 pagine
16,50€
Shirley - Charlotte Brontë. Yorkshire, inizio Ottocento. Shirley, giovane donna ricca e caparbia, si trasferisce nel villaggio in cui ha ereditato un vasto terreno, una casa e la comproprietà di una fabbrica. Presto fa amicizia con Caroline, orfana e nullatenente, praticamente il suo opposto. Caroline è innamorata di Robert Moore, imprenditore sommerso dai debiti, spietato con i dipendenti e determinato a ristabilire l’onore e la ricchezza della sua famiglia, minati da anni di cattiva gestione. Pur invaghito a sua volta della dolce Caroline, Robert è conscio di non poterla prendere in moglie: la ragazza è povera, e lui non può permettersi di sposarsi solo per amore. Così, mentre da una parte Caroline cerca di reprimere i suoi sentimenti per Robert – convinta che non sarà mai ricambiata –, dall’altra Shirley e il suo terreno allettano tutti gli scapoli della zona. Ma l’ereditiera prova attrazione per un insospettabile…Shirley si inserisce nel grande filone del romanzo sociale inglese di inizio Ottocento: i suoi personaggi vivono gli avvenimenti storici dell’epoca – le guerre napoleoniche e le lotte luddiste –, facendo i conti con le contraddizioni del progresso industriale e offrendo spunti di riflessione sul lavoro, sul matrimonio e sulla condizione della donna.

Ho letto recentemente Jane Eyre e mi sono innamorata di questa autrice. Trovo la scrittura della Bronte e i suoi personaggi estremamente moderni, così come le vicende. E' impossibile non venire catturati dal suo stile.

Come vedete sono 3 libri veramente interessanti, che ho adocchiato da tanto tempo! Ahimé sono anche relativamente costosi, perciò dovrò prenderne solo uno. Aspetto i vostri consigli nei commenti! :)

A presto
Jenny


Commenti

  1. Io andrei su Zia Mame. Se hai letto recentemente Jane Eyre magari fa passare un po' di tempo prima di leggere un altro romanzo della Brontë altrimenti rischi anche di annoiarti. Almeno a me succede così se leggo lo stesso autore a distanza troppo ravvicinata, perché sono ancora affezionata a quello che ho letto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me succede così, ma l'ho letto praticamente a novembre XD comunque mi sa opterò proprio per Zia Mame :)

      Elimina
  2. Zia Mame vorrei leggerlo pure io ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che sarà proprio questo il fortunato vincitore ^-^

      Elimina
  3. Nooo, Jenny! Non si tradisce così sorella Bronte :( Mi ritengo offesa io al posto suo :(

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari